· 

Chi ha perso e chi ha guadagnato di più in questo anno di lavoro colpito dalla pandemia? - I dati emersi dalla nostra ricerca su Il Sole 24 Ore

Con il boom dello smart working (emergenziale), le donne con inquadramenti precari e redditi accessori in settori esposti al Covid sono tra le categorie più colpite dalla crisi ma allo stesso tempo hanno guadagnato in qualità della vita le donne lavoratrici con un’occupazione più solida e che sono state messe nelle condizioni di organizzare meglio il proprio tempo.

 

Le 40.000 persone intervistate nelle nostre analisi confermano che la qualità della vita è migliorata in misura maggiore per le donne (46%) rispetto agli uomini (42%). Sempre dalle nostre ricerche, tra le conseguenze più sentite di quest'esperienza, si riscontra l'aumento delle competenze tecnologiche: un altro fattore segnalato maggiormente dalle donne.

 

L'esperienza di lavoro da remoto è quindi servita come acceleratore di formazione: "guadagna chi punta sulle competenze - sostiene Arianna Visentini - in futuro acquisiremo una patente digitale e chi avrà maggiori competenze sarà sempre più conteso e riceverà offerte anche da aziende distanti fisicamente".

Scrivi commento

Commenti: 0