· 

Ultime novità sul Lavoro Agile in 10 punti: ne parla la nostra CEO su Il Sole 24 Ore

In occasione del Primo Maggio abbiamo risposto alle domande di Francesca Barbieri giornalista del Il Sole 24 Ore insieme alla Fondazione Studi Consulenti del Lavoro e Ignazio Marino.

 

In questo articolo le ultime novità sul Lavoro Agile in 10 punti: dagli aggiornamenti sulla soglia minima nella PA, alla proroga della procedura semplificata fino al 31 luglio o addirittura al 31 dicembre, dai permessi e ticket al diritto alla disconnessione al voucher baby sitter.

 

Lo smart working durante l’emergenza è stata la “chiave a stella per la tenuta del mercato del lavoro”, una modalità che ha permesso a molti lavoratori e lavoratrici di mantenere il proprio posto di lavoro e ha garantito continuità economica e organizzativa a molte aziende italiane.

 

Chi lavora in Smart Working ha diritto al bonus baby sitter?

 

La ministra per le pari opportunità e per la famiglia Elena Bonetti evidenzia che per coloro che sono in Smart Working e hanno bambini piccoli e non autonomi durante la didattica a distanza ci sarà la possibilità di richiedere il voucher.

 

Secondo la nostra CEO Arianna Visentini l’assegnazione del bonus baby sitter andrebbe definito indipendentemente dalla modalità di lavoro, poiché, se si esclude la possibilità agli Smart Worker di ricevere il voucher, il Lavoro Agile viene configurato come misura di welfare, trasferendo in questo modo i costi della conciliazione sull’azienda, rischiando di diminuire la #produttività delle persone in Smart Working.

 

“Non si riconosce il voucher baby sitter quando si è in smart working e allo stesso tempo si chiede che una donna o uomo a casa con figli possa garantire il lavoro a distanza” - commenta Arianna.

Scrivi commento

Commenti: 0