Lo smart working in 4 step



I NOSTRI CONSIGLI PER I MANAGER

  • Stabilisci in modo chiaro e condividi gli obiettivi con ciascun componente del tuo team (anche se riguardano solo un breve periodo);
  • Presidia e delega quanto basta. È importante dare fiducia a priori;
  • Organizza dei meeting periodici di coordinamento e allineamento per favorire la condivisione e la collaborazione.

I NOSTRI CONSIGLI PER SMART WORKER

  • Tra le attività che stai portando avanti, fai il punto della situazione ed esamina quali progetti possano essere svolti da remoto;
  • Organizza il tuo tempo in funzione dei risultati che vuoi raggiungere (call con colleghi, consultazione documenti condivisi, studio in autonomia);
  • Sperimenta senza timore questa opportunità: esprimi sempre il tuo parere perché il tuo contributo è fondamentale anche a distanza.

COMUNICARE E CONTRIBUIRE

La comunicazione a distanza ha bisogno di essere molto più focalizzata e di maggiore concretezza e trasparenza.

È importante fare attenzione al modo con cui si trasmettono i messaggi, senza dare nulla per scontato.

Come? Puntando alla sintesi, alla condivisone visiva (se possibile), chiedendo e dando feedback per rendersi “presenti” anche da lontano.

Sul nostro sito trovi dei corsi online ad hoc sull'argomento: 



I SISTEMI HARDWARE

Metti a disposizione degli smart worker dispositivi informatici mobili: smartphone e pc portatile sono i device essenziali, ma in assenza di tali strumenti è possibile permettere a ciascuno di utilizzare il proprio computer, ipad o laptop.

Assicurati che ognuno sia dotato di una connessione internet adeguata (Adsl o Fibra) oppure offri la possibilità di connettersi dal proprio smartphone possibilmente 4G o superiore.

LE TECNOLOGIE SOFTWARE

  • Utilizza soluzioni aziendali facili ed efficienti per collaborare tramite chiamate e video: Teams (Microsoft Office 365) o Webex (Cisco) o Google Hang Out Meet.
  • Rendi disponibili i dati che servono a compiere il lavoro a distanza su ogni device, trasferendoli in piattaforme online condivise per poter lavorare insieme sullo stesso documento.
  • Attiva subito un calendario condiviso, per rendere trasparente agli altri cosa stai facendo, da dove, a che ora sei presente e a che ora decidi di disconnetterti.

I nostri consigli per il lavoro in team:

SICUREZZA E PRIVACY

  • Fornisci indicazioni chiare ai dipendenti su come tutelare anche a casa la loro salute e sicurezza (per esempio sulla postura, illuminazione e temperatura).
  • Adotta delle policy e regole condivise per favorire l'accountability.
  • Adotta sistemi di remotizzazione delle applicazioni che permettano l'accesso ai dati aziendali degli utenti da qualsiasi luogo, in maniera sicura.

 

Sul nostro sito trovi il corso Smart Safety utile per affrontare efficacemente la prevenzione dei rischi emergenti correlati allo svolgimento dell’attività lavorativa da remoto: 

In partnership with:


cosa fare

Per attivare lo smart working in forma semplificata è necessario:

  • Inviare a tutti i nuovi lavoratori/trici smart l’informativa sulla sicurezza disponibile sul sito INAIL 
  • Caricare sul sito www.cliclavoro.gov.it la dichiarazione di autocertificazione dell'azienda dell'operatività dei propri lavoratori/trici smart in zona a rischio

cosa non è necessario fare

Lo Smart Working in forma semplificata elimina alcuni adempimenti tra cui:

  • La sottoscrizione dell’accordo individuale;
  • L’eventuale accordo sindacale.

 

i nostri consigli

Stabilite delle regole minime semplici e chiare per la gestione dello Smart Working in emergenza: non sono obbligatorie ma utili per l'operatività quotidiana (definite gli orari indicativi di lavoro, il numero di giorni di lavoro agile, le persone a cui fare riferimento, etc).

Una volta individuate, comunicatele e spiegatele a tutti i vostri lavoratori/trici smart.

 


ANALIZZARE I PREREQUISITI

In una condizione di difficoltà è importante avere consapevolezza del proprio punto di partenza e fare chiarezza sugli obiettivi che si vogliono raggiungere, oltre al bisogno primario di garantire sicurezza.

Per questo è necessario porsi le domande giuste e capire se l'azienda possiede gli strumenti, le tecnologie e le competenze abilitanti per la transizione verso nuove modalità di lavoro. Abbiamo lo strumento d'indagine che fa per te: Smart Readiness.

 

 

 

 

 

MONITORARE

Il continuo monitoraggio può servire per affrontare al meglio lo Smart Working in emergenza e conoscere i propri punti di forza e le aree di miglioramento.

  • Raccogliere i feedback dai manager e dagli smart worker è un importante metro di valutazione per capire se il lavoro agile sta funzionando, se ad esempio si percepisce una maggior concentrazione e aumento di produttività.
  • Misurare gli impatti del lavoro agile sull'organizzazione, sulle persone e sull'ambiente è utile per ottenere preziose informazioni sui risparmi e sui risultati raggiunti.

La nostra soluzione è Smart Impact!

TUTTI I VANTAGGI POSSIBILI

Dai risultati della ricerca che abbiamo condotto i benefici che si ottengono in un anno con sole 3 giornate al mese di Smart Working sono molteplici e li abbiamo calcolati su un campione di 12 mila persone:

 

✔ 1.300 euro è il risparmio annuo per i lavoratori agili;

✔ Un'azienda con 100 dipendenti risparmia all'anno 250.000 euro (250 euro per lavoratore);

✔ 270 i kg di Co2 emessa in meno (pari a 18 alberi piantati);

✔ 2.400 i Km di strada non percorsi in un anno con risparmio di tempo pari a 7 giorni guadagnati.


IL NOSTRO MANIFESTO PER IL LAVORO CHE NON SI FERMA


Variazioni crede da sempre che si possano coniugare la vita privata con il lavoro e la salute con la produttività.

L’esplosione del contagio da coronavirus sta mettendo alla prova l’organizzazione quotidiana delle nostre vite.

La soluzione al momento più percorribile ed efficace consiste in una sensibile riduzione degli spostamenti.

Ma non essere fisicamente presenti non significa non esserci. rimanere a casa non vuol dire non poter lavorare. rallentare non vuol dire fermarsi.

Le tecnologie da tempo ci consentono di fare a distanza ciò che siamo abituati a fare in presenza.

 

Noi crediamo che lo smart working - o lavoro agile - sia una soluzione a cui ricorrere non solo in casi di emergenza.

crediamo che lo smart working sia una strada obbligata e un importante stimolo a lavorare meglio.

Per questo incoraggiamo i nostri clienti, i nostri partner e tutte le persone con cui lavoriamo, a rallentare senza fermarsi, a esserci senza spostarsi, a collaborare senza isolarsi.

Non sarà semplice e non sarà forse per tutti.

Ma abbiamo il dovere di provare a lavorare in modo più intelligente, più efficace, più salutare. non solo oggi, non solo per necessità, ma sempre, e per scelta.

 

WORK SMART, LIVE SAFE !

FAQ SMART WORKING EMERGENZA



partner del progetto:


IL PACCHETTO DI VARIAZIONI PER AFFRONTARE L’EMERGENZA VERSO UNA NORMALITÀ ANCORA PIÙ SMART.