· 

13 Dicembre 2018 Prima Giornata del Lavoro Agile a Roma

Scopri l’iniziativa ideata all’interno del progetto "Lavoro agile per il futuro della PA. Pratiche innovative per la conciliazione vita-lavoro"

Il progetto del Dipartimento P.O. della Presidenza del Consiglio dei Ministri

È finalmente entrato nel pieno dell’operatività il progetto pilota del Dipartimento per le pari opportunità(DPO) denominato "Lavoro agile per il futuro della PA. Pratiche innovative per la conciliazione vita-lavoro" nel quale Variazioni Srl, in partnership con Deloitte Consulting Srl, Consedin Spa e Studio Come Srl, costituisce il team tecnico di sviluppo e affiancamento delle azioni previste.

In linea con la riforma del Pubblico Impiego l’azione è finalizzata alla definizione di metodologie e strumenti per l'introduzione e la sperimentazione di percorsi di lavoro agile nelle amministrazioni pubbliche, alla realizzazione di azioni di comunicazione, alla sensibilizzazione e creazione di reti tra stakeholder.

Il progetto, che avrà durata biennale, vuole essere un’azione di sistema sull’intero territorio nazionale che agisce su diversi fronti, in particolare: policy organizzative, strumenti normativi e di comunicazione, stili di leadership, utilizzo delle tecnologie e degli spazi azione in rete di condivisione tra le PA coinvolte. Il lavoro agile vuole così essere proposto non come un mero strumento di conciliazione vita-lavoro ma come una leva per ripensare i processi organizzativi all’interno degli enti pubblici, promuovendo un nuovo modello culturale orientato al raggiungimento degli obiettivi e alla misurazione dei risultati, all’erogazione di servizi di qualità al cittadino, al miglioramento del benessere sul luogo di lavoro, all’aumento dell’efficienza anche sul fronte del risparmio economico. 

L’azione progettuale si sta sviluppando secondo le seguenti linee di azione:

  1. elaborazione della strumentazione operativa per favorire la definizione di percorsi di lavoro agile;
  2. realizzazione di progetti pilota per la sperimentazione di percorsi di lavoro agile;
  3. attività di comunicazione relative al progetto;
  4. realizzazione di iniziative di informazione e sensibilizzazione sul tema del lavoro agile.

In particolare sono previsti: un toolkit operativo contenente strumenti e indicazioni concrete volte a costruire la metodologia di azione, un affiancamento specialistico alle PA selezionate (candidatesi tramite manifestazione di interesse), giornate di formazione, la creazione di un sito web di progetto e di una piattaforma interattiva e infine azioni di comunicazioni e sensibilizzazione mirate.

La Giornata del Lavoro Agile di Roma

Proprio su questo ultimo fronte verranno realizzate in alcune città italiane delle giornate dedicate al lavoro agile, sul modello di quanto realizzato dal Comune di Milano a partire dal 2014; la prima è prevista per il 13 dicembre a Roma e vedrà il coinvolgimento delle amministrazioni centrali, della Regione Lazio e degli enti locali presenti sul territorio, nonché delle imprese private.

La Giornata sarà l’occasione per dare spazio e visibilità alle tante realtà, sia pubbliche sia private, che sempre più numerose hanno attivato percorsi di lavoro agile e, più in generale, politiche di flessibilità oraria e per sensibilizzare le organizzazioni interessate al tema.

Le candidature, aperte agli enti e alle aziende private che hanno sedi o filiali sul territorio romano, dovranno pervenire entro e non oltre il 23 novembre 2018.

L'adesione comporta l'impegno dell’impresa o dell’ente a realizzare nella giornata del 13 dicembre una o più tra le seguenti attività:

a) Sperimentazione del lavoro agile, realizzata attraverso la possibilità per i dipendenti di svolgere le proprie mansioni in modalità agile, lavorando presso sedi diverse da quelle abituali (da casa o da altri luoghi pubblici o privati) o presso postazioni di coworking;

b) Condivisione degli spazi e delle postazioni di lavoro, realizzata offrendo spazi o postazioni (attrezzati o non attrezzati) che possano essere utilizzate durante la Giornata di Lavoro Agile di Roma da coloro che sceglieranno di lavorare in una sede diversa da quella abituale;

c) Organizzazione di un punto informativo nella propria impresa/ente o in spazi contigui all’aperto attraverso l’allestimento di uno o più punti informativi rivolti alle/i lavoratrici/tori, alle altre imprese o a singoli cittadini interessati al tema della giornata.

Scrivi commento

Commenti: 0